Carta dei Servizi

Il centro antiviolenza AMICO FRAGILE DICO_DONNA è gestito dall’ organizzazione di volontariato no profit AMICO FRAGILE , vincitrice al concorso per l’istituzione di nuovi centri antiviolenza indetto nel 2017 da Regione Lombardia.

Il Centro svolge la propria attività dal 1 marzo 2018 all’interno della ASST Sette Laghi di Varese , con cui ha stipulato una convenzione , e si propone di dare aiuto alle donne vittime di violenza di genere del territorio sia nell’immediatezza dell’evento violento che non.

Il Centro offre alla donna che si presenta nell’immediatezza dell’evento violento nel Pronto Soccorso Ginecologico Ospedale F. Del Ponte (violenza sessuale) e nel Pronto Soccorso Ospedale di Circolo (maltrattamento) :supporto psicologico, sociale e legale ad integrazione dell’assistenza sanitaria e medico legalesecondo un protocollo operativo concordato e sottoscritto con l’ASST Sette Laghi e la Procura Generale di Varese ; in particolare offre con reperibilità h 24/365giorni , su richiesta del medico emergentista, assistenza alla vittima per il controllo psicologico ed emotivo della situazione di disagio nell’emergenza al fine di favorire decisioni consapevoli, garantendone l’autodeterminazione, anche per eventuali collocamenti presso strutture di ospitalità e per una eventuale querela/denuncia.

Il Centro offre alla donna che si presenta al Pad 13 dell’Ospedale di Circolo: ascolto, accoglienza, assistenza psicologica ed assistenzalegale, supporto per i figli minori,orientamento per l’autonomia socio-lavorativa e abitativa, indipendentemente dall’etnia, nazionalità, religione, orientamento sessuale, condizione economica della donna.

Il Centro si avvale esclusivamente di operatrici professionali qualificate e con provata esperienza e ha come regole assolute della sua attività la riservatezza, la non discriminazione, l’efficienza e l’efficacia, la continuità del servizio, la gratuità delle prestazioni.

Il Centro antiviolenza opera in stretta connessione con i 2 PS dell ‘Ospedale di Circolo e dell’Ospedale F. Del Ponte (sede del Dipartimento Materno Infantile), con il Servizio universitario (Università degli Studi dell’Insubria)di Psicologia Clinica , con il Dipartimento aziendale di Salute Mentale - SERD e CPS in particolare , con i Servizi Sociali territoriali, con le Forze dell’Ordine, con l’Ordine degli Avvocati e con la Procura Generale di Varese

Il Centro è fortemente impegnato sia nella prevenzione della violenza di genere con seminari interattivi rivolti agli studenti delle scuole superiori (violenza assistita, bullismo, cyberbullismo), ai genitori, alla popolazione del territorio, con eventi di sensibilizzazione (eventi culturali ,dibattiti, mostre fotografiche etc.) , sia nella formazione e nell’aggiornamento degli operatori del settore con la partecipazione della struttura ospedaliera e universitaria dell’ASST SetteLaghi di Varese

SEDE E CONTATTI:

Il Centro AMICO FRAGILE DICO_DONNA opera all’interno dell’ASST Sette Laghi (Presidio Medico di Varese: Pad 13 Ospedale di Circolo, Pronto Soccorso Ospedale di Circolo, Pronto Soccorso Ginecologico Ospedale F. Del Ponte).

Il Centro AMICO FRAGILE DICO_DONNA è attivo:

Pad 13:

  • per l’accoglienza dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 12:00;
  • per servizi programmati di consulenza dal Lunedì al Venerdì dalle 14:00 alle18:00 e Sabato dalle 9:00 alle 12:00

Pronto Soccorso Ginecologico Ospedale F. Del Ponte e Pronto Soccorso Ospedale di Circolo : per l’assistenza nell’immediatezza del reato reperibilità h 24

Telefono: +39 0332 278427 - +39 3248423264 -+39 3272076738

Mail: info@amicofragileodv.com

Pec: info@pec.amicofragileodv.com

RISORSE UMANE

L’attività del centro AMICO FRAGILE DICO_DONNA si avvale della collaborazione di:

  • operatrici di accoglienza
  • assistente sociale
  • psicopedagogista (educatrice)
  • psicologhe
  • operatrici di emergenza (psicologhe con esperienza di psicotraumatologia) h 24/7giorni
  • pedagogista clinico (counselor)
  • avvocate in ambito civile e penale
  • mediatori linguistico culturali

SERVIZI

Ascolto telefonico

L’ascolto telefonico ha lo scopo di accogliere la richiesta della donna, fornire informazioni e fissare il colloquio di accoglienza presso la sede. Il servizio è svolto da operatrici dedicate ed è attivo dal lunedì al venerdì negli orari di apertura del Centro. È sempre attiva la segreteria telefonica h.24.

Il primo contatto per il colloquio in sede è richiesto direttamente dalla donna o, previo suo consenso,dalle psicologhe che operanonei Pronto Soccorsi della struttura ospedaliera o dalle FFOO o dai medici di base o dai servizi territoriali.

Colloquio di accoglienza

Una volta fissato il colloquio di accoglienza in sede, la donna viene accolta da un’operatrice a elevato livello di formazione specifica sui temi della violenza di genere.

Sulla base delle informazioni raccolte, e con la consulenza della psicologa, viene elaborato con la donna un progetto personalizzato e condiviso di fuoriuscita dalla violenza. Il progetto comprende il sostegno psicologico, la consulenza legale ed eventuali collaborazioni con i servizi territoriali di riferimento.

La rilevazione dei fattori di rischio è effettuata seguendo le indicazioni nazionali e regionali secondo il modello S.A.R.A. Plus (Spousal Assault Risk Assessment Plury User)

Sostegno psicologico

Supporto psicologico in emergenza h 24/365 giorni alla donna che si rivolge al Pronto Soccorso Ospedaliero per il controllo psicologico ed emotivo della situazione di disagio nell’emergenza al fine di favorire decisioni consapevoli, garantendo l’autodeterminazione, per eventuali collocamenti presso strutture di ospitalità e per una eventuale querela/denuncia.

Supporto psicologico individuale personalizzato e programmato alla vittima al Pad 13: psicoterapia breve supportivo-espressiva, psicoterapia cognitivo-comportamentale, interventi psicoeducazionali, tecniche specifiche, evidence-based, mirate al superamento delle memorie traumatiche- al fine di riattivare le risorse individuali, ivi compresa l’autostima, e di rielaborare in senso costruttivo le esperienze vissute e di pianificare strategie pro-attive di uscita dalla violenza

Il servizio è sostenuto da psicologhe con accertata formazione ed esperienza in tema di violenza di genere e di psicotraumatologia e con il supporto del Servizio di Psicologia Clinica dell’Università degli Studi dell’Insubria

Gruppi di auto mutuo aiuto (GMA)

Uno spazio di incontro, dialogo e condivisione di esperienze dove le donne possano condividere storie e scoprire le proprie potenzialità in un ambiente accogliente, non giudicante ma dialogico.

I gruppi sono condotti da una professionista con esperienza e formazione nella conduzione di gruppi e sui temi della violenza di genere.

Consulenza legale

Informazioni utili sul procedimento legale civile e penale, sugli strumenti a disposizione e sui diritti delle persone offese da parte di avvocate con formazione specifica sulla violenza di genere e sulla violenza assistita sia in ambito civile che penale, iscritte all’Albo del gratuito patrocinio, anche in collaborazione con lo Sportello per le vittime di violenza della Procura della Repubblica e dell’Ordine degli Avvocati di Varese

Consulenza pedagogico clinica

Incontri di consulenza pedagogico clinica capaci di sviluppare le potenzialità della donna, ripristinare equilibri e abilità, vincere ostacoli, superare disagi psicofisici e socio-relazionali con lo scopo di migliorare la qualità della vita.

Sostegno alla genitorialità e minori

Per le donne con figli minori vittime di violenza assistita, sostegno sia alla mamma che ai minori privilegiando la collaborazione con i Servizi Tutela Minori, le scuole ed eventuali altri servizi frequentati dal minore.

Il servizio è condotto da un professionista psicologa /pedagogista con accertata formazione e esperienza sui minori.

Orientamento per l’autonomia socio-lavorativa e abitativa

Progetti di orientamento al Lavoro che includono: incontri individualizzati, compilazione del Curriculum Vitae, Bilancio delle Competenze e che prevedono un lavoro di rete in stretto contatto con: Centri per l’impiego (CPI), Sindacati, Centri provinciali per l’istruzione degli Adulti (CPIA), Informa Lavoro, Informa Giovani, Agenzie Interinali, Associazioni di mediazione linguistico-culturali, privato e privato sociale.

Orientamento ed accompagnamento nella ricerca di autonomia abitativa con una rete di collaborazione con Parrocchie, Associazioni cittadine, ecc.

ATTIVITÀ E PROGETTI

  • Prevenzione e sensibilizzazione:interventi nelle scuole per studenti, docenti, genitori
  • Corsi di formazione ed aggiornamento per tutti gli operatori del settore
  • Raccolta dati statistici per il monitoraggio del fenomeno violenza mediante l’apposita scheda informatizzata (scheda O.R.A.)
Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser